Bolzano, 16:46
Valle Aurina, valanga uccide 2 persone: identificati corpi

I due scialpinisti morti travolti da una valanga in Val Aurina, in Alto Adige, erano residenti a Valdaora in Val Pusteria.

Si tratta di Andreas Brunner, di 25 anni, e Roland Moser, di 23 anni. E', invece, rimasto praticamente illeso Georg Brunner, di 27 anni, fratello di una delle due vittime, che stato trasportato con l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites all'ospedale di Brunico.

Al momento dell'incidente due gruppi di scialpinisti stavano salendo la montagna che molto conosciuta tra chi pratica questo sport. La valanga di grosse dimensioni si staccata poco sotto la cima a circa 3.000 metri di quota e ha trascinato con s due dei cinque scialpinisti.

La massa nevosa si fermata solo dopo oltre 400 metri. Gli scialpinisti testimoni dell'incidente hanno inutilmente tentato di dare l'allarme con il telefono cellulare. Alla fine uno di loro sceso a valle con gli sci finch riuscito a far funzionare il cellulare.

Sul posto intervenuta la squadra del soccorso alpino che, grazie al segnale elettronico antivalanghe, ha trovato i due, sepolti sotto una massa di quasi due metri di neve. Oggi il pericolo valanghe era moderato. (red)

Valanga in Alto Adige: 2 morti e un ferito

16 febbraio 2003

BOLZANO. Due scialpinisti sono morti travolti da una valanga in Val Aurina in Alto Adige. Una terza persona rimasta ferita.

L'incidente si verificato verso le ore 12.30 sulla Cima Dura a 2.800 metri di quota.

Secondo prime informazioni, le vittime facevano parte di un gruppo di cinque scialpinisti altoatesini impegnati in un'escursione.

Sul posto intervenuto l' elicottero della Croce bianca e il soccorso alpino.

 

Nel veronese una donna muore durante una gara di sci

Alto Adige: 2 sciatori muoiono travolti da valanga

Una terza persona rimasta ferita. L'incidente si verificato sulla Cima Dura, in Val Aurina, a 2.800 metri di quota

BOLZANO - Ancora un'incidente in montagna. Due scialpinisti sono morti travolti da una valanga in Val Aurina in Alto Adige. Una terza persona rimasta ferita. L'incidente si verificato verso le ore 12.30 sulla Cima Dura a 2.800 metri di quota.
Secondo prime informazioni, le vittime facevano parte di un gruppo di cinque scialpinisti altoatesini impegnati in un'escursione. Sul posto intervenuto l'elicottero della Croce bianca e il soccorso alpino.

DONNA MUORE IN GARA DURANTE UNA DISCESA LIBERA - In precedenza altro grave incidente nel veronese dove una donna morta sbattendo la testa sulle piste da sci a San Giorgio di Boscochiesanuova (Verona), sui Monti Lessini. Secondo le prime informazioni, la vittima stava concludendo una gara di discesa della categoria Master, quando caduta a poca distanza dal traguardo. Le sue condizioni sono subito apparse gravi, ed stata per questo trasportata con l'elicottero all'ospedale, dove per deceduta.

MAESTRO DI SCI IN COMA - Altro grave incidente in montagna sulla Forcella del Sass Pordoi, in Alto Adige, dove un maestro di sci Ludovico Adang, di Pedraces, in Alta Badia, 60 anni, rimasto gravemente ferito in seguito ad una caduta ed ora in coma.

16 febbraio 2003