Incidenti montagna/ Veneto, feriti due scialpinisti nel bellunese

Gli episodi a Tambre e a Cortina d'Ampezzo; non sono gravi

ARTICOLI A TEMA

Roma, 23 feb. (Apcom) - Due incidenti, non gravi, nelle montagne bellunesi. A Tambre, un giovane partecipante ai mondiali di scialpinismo che si si svolgono ad Alpago si probabilmente rotto la caviglia cadendo durante la discesa da Cima delle Vacche. Il ragazzo, P.S.M., 18 anni, di Barcellona, subito stato aiutato dai tecnici del Soccorso alpino e dal medico che prestano assistenza alla gara e che hanno richiesto l'intervento dell'eliambulanza di Pieve di Cadore attorno alle 11.30. L'infortunato stato imbarellato e imbarcato sull'elicottero utilizzando un verricello di 5 metri, per poi essere trasportato fino alla piazzola dove attendeva l'ambulanza per accompagnarlo all'ospedale di Belluno.

A Cortina d'Ampezzo, una scialpinista si procurata una sospetta distorsione al ginocchio, dop una caduta nella discesa dal Lagazuoi. La donna, di Treviso, E.B., 53 anni, aveva risalito oggi il monte con le pelli di foca assieme a un'altra persona. Alle 13.30 stato allertato il 118 che ha inviato sul luogo l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Atterrati sotto le Torri di Falzarego, il personale sanitario e il tecnico del Soccorso alpino hanno raggiunto la donna. Dopo averle stabilizzato la gamba, la hanno imbarellata e imbarcata, per trasportarla all'ospedale di Cortina.