IL FENOMENO DELLA "GALAVERNA" IN PIANURA PADANA

Ecco cosa ci scrive il Sig. Alessandro Bruscagin di San Prospero (Modena), che ringraziamo anche per le esaurienti fotografie inviate.

Tali foto sono state scattate gli scorsi inverni a San Prospero (Modena), e rappresentano un fenomeno assai familiare nelle Pianura Padana: la Galaverna.

Come sicuramente saprete, essa si forma sui rami degli alberi durante le giornate nebbiose in inverno, quando la temperatura rimane sotto lo zero. In genere con l'arrivo del sole la nebbia si dissolve (o comunque la temperatura va sopra lo zero), e quindi la Galaverna cade al suolo e si scioglie.

Ma ci sono dei casi particolari, come nelle fotografie, in cui il termometro resta sotto lo zero per vari giorni, lasciando accumulare il ghiaccio sui rami e creando dei paesaggi molto gradevoli. Il record lo si ebbe nel Gennaio 1990 (la fotografia qui in basso Ŕ stata scattata proprio in quell'occasione): arriv˛ la nebbia la Vigilia di Natale del 1989, e si dissolse solamente la sera del 7 gennaio 1990: durante tutti questi giorni la nebbia gel˛ sui rami, lo spessore raggiunse anche i 7 centimetri, e molti rami (ma anche grandi frasche) si spezzarono, danneggiando anche in modo irreparabile gli alberi. Inoltre si appesantirono notevolmente i fili della corrente elettrica, e in molti casi si rischi˛ molto.
L'accumulo della Galaverna dopo molti giorni di nebbia e temperature sempre sotto lo zero.